Catalogna, il comune di Badalona dichiara illegittimo parte del suo debito

ayuntamiento-de-badalonaIl Comune di Badalona, città della Catalogna con oltre 200 mila abitanti, è diventata la prima istituzione pubblica spagnola a dichiarare illegittimo parte del suo enorme debito.

Si tratta di oltre 30 milioni di euro generati dagli alti interessi di prestito contratti con varie entità finanziarie, tutte banche spagnole e catalane fra cui Banco Santander, Banco Popular, Bankia e Catalunya Banc. Questo enorme debito è il frutto di manovre finanziarie di cui i cittadini sono sempre stati all’oscuro.

In sostanza nel 2012 grazie a un piano approvato dal Ministero del Tesoro spagnolo, numerose banche hanno prestato denaro ai comuni per permettergli di tappare i buchi di bilancio sempre più grandi e pericolosi. Quel denaro però, veniva preso in prestito dalla BCE, che lo dava alle banche spagnole con interessi dell’1%. Le banche lo prestavano invece ai comuni con interessi quintuplicati, al 5,54%, traendone enorme beneficio.

Una manovra che ha visto arricchirsi le banche e come in un circolo vizioso aumentare ancor di più il debito delle amministrazioni.

La mozione che ha dichiarato illegale i 30 milioni di euro di debito contratti dal comune di Badalona è stata portata in comune dal movimento 15M locale (gli indignados), e votata dai partiti di sinistra e ambientalisti (ICV-EUiA) oltre che da CiU (Convergencia i Uniò) e dal partito socialista catalano (PSC).

L’approvazione della mozione non porterà al mancato pagamento del debito, ma secondo i promotori della votazione crea un importante precedente in Spagna, ed è un passo ulteriore verso il non pagamento dei debiti ritenuti illegali.

The following two tabs change content below.

itagnols

Blog de noticias, política, cultura y mucho más desde Italia y desde España, nacido en 2012.
Acerca de itagnols 96 Articles
Blog de noticias, política, cultura y mucho más desde Italia y desde España, nacido en 2012.

Be the first to comment

Leave a Reply

Tu dirección de correo no será publicada.


*


Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.